Islanda nascosta - Tour in superjeep

Islanda nascosta - Tour in superjeep
DATE DI PARTENZA 2020
Luglio   1 | 15
Agosto      13

N.b.: Partenza 5/8 con itinerario su richiesta, più breve.

1° giorno: Italia/Keflavik/Reykjavík
Arrivo libero all’aeroporto internazionale di Keflavik e trasferimento libero in albergo a Reykjavík (50km). Cena libera. Pernottamento in albergo.

2° giorno: Reykjavík/Snaefellness (240 km)
La giornata inizia con una visita al Parco nazionale di Thingvellir e quindi, lungo la Kaldidalur, per la Penisola dello Snaefellness. Sistemazione e pernottamento nell’area.

3° giorno: Snaefellness/Stykkishòlmur/West Fjord (60 km + navigazione)
Giornata dedicata al periplo della penisola dello Snaefellsness, dominata dal ghiacciaio Snaefellsjökull. Visita ai Stykkishòlmur, delizioso paese della costa nord dello Snaeffellsnes. Traghetto con navigazione tra una miriade di piccole isole. Sbarco nella zona dei Fiordi Occidentali (West Fjord) e pernottamento nell'area.

4° giorno: Fiordi Occidentali 
Giornata dedicata alla scoperta dei Fiordi Occidentali, dai panorami unici. Candide spiaggie di finissima sabbia rosa, le scogliere di Latrabjartg alte anche più di 400 mt. ospitano migliaia di uccelli marini, tra cui la buffa pulcinella di mare. Proseguimento verso nord attraverso un altopiano con scorci spettacolari nel blu dei fiordi sottostanti. Pernottamento nell'area dei Fiordi Occidentale, Patreksfjordur.

5° giorno: Patreksfjordur/Isafjordur (160 km)
Proseguimento della visita dei Fiordi Occidentali. Soste alla cascata Dynjandi e al villaggio di pescatori Flateyri, fino ad arrivare ad Isafjordur posta su una lingua di terra protesa in un romantico fiordo. Sistemazione e pernottamento nell’area.

6° giorno: Isafjordur/Trollaskagi (400 km)
Costeggiando i numerosi fiordi del nord, arrivo al villaggio di pescatori di Holmavik. Proseguimento per la penisola di Trollaskagi. Possibile visita del centro episcopale di Holar e della fattoria museo di Glaumbaer (ingressi non inclusi). Pernottamento sul fiordo di Eyjafiördur.

7° giorno: Trollaskagi/Myvatn/Askja (200 km)
Partenza per Akureyri e per la mitica cascata Godafoss. Arrivo al lago Myvatn, con innumerevoli fenomeni vulcanici, i caratteristici “pilastri lavici” di Dimmuborgir nonché Krafla, con sterminati campi di lava e sede di una centrale geotermica. Pernottamento nell'area di Askja/Akureyri.

8° giorno: Myvatn/Askja/Akureyri (200 km)
Uno stupendo percorso off road porterà verso l’interno, tra campi di lava, deserti di pomici e verdi oasi fino ad arrivare all’immensa caldera di Askja oggi riempita dalle acque di un lago fino alle viscere della camera magmatica, al cui interno, da un'altra bocca del vulcano sorge un secondo lago, più piccolo e di diverso colore. Arrivo in serata ad Akureyri. Pernottamento nell’area.

9° giorno: Akureyri/Geysir (300 km)
L’itinerario odierno porterà sulla pista Kjolur, che scorre da nord a sud. Sosta nell’area geotermica di Hveravellir, dove è possibile rilassarsi facendo un bagno ristoratore. Si procederà poi per la mitica Gullfoss, cascata che si inabissa con un salto di circa 20 metri nel canyon formato dal Hvità, fiume glaciale che nasce dal maestoso ghiacciaio Langjokull, visibile a poca distanza. Visita dell’area geotermica di Geyser con gli sbuffi d’acqua bollente del geyser Strokkur, qui ammirerete sbuffi d'acqua bollente che possono raggiungere i 35 metri d'altezza. Pernottamento nell’area di Geysir.

10° giorno: Geysir /Landmannalaugar/ Kirkjubaerklaustur (230 km)
Si inizia con l’antica fattoria vichinga di Stöng e l’oasi di Gjàn per proseguire con un itinerario off-road per il Landmannalaugar, dove sarà possibile immergersi nella piscina naturale d’acqua calda e passeggiare tra giardini di lava e fumarole. Proseguendo lungo un tragitto dai 1000 guadi, si uscirà sulla costa sud. Pernottamento nei pressi di Kirkjubaerklaustur o Jökullsárlón.

11° giorno: Jökullsárlón (130 km)
La giornata odierna verrà trascorsa tra il Vatnajökull, il più grande ghiacciaio europeo, la cinematografica Jökullsárlón, di enormi iceberg, il parco di Skaftafell, dove si sosterà alla Svartifoss, la cascata che scorre su una nera parete di colonne basaltiche. Si potrà inoltre avere una panoramica sullo Skeidararsandur, che solo un decennio fa causa eruzione subglaciale, fu teatro di una spettacolore alluvione che riversò, grazie ad un'immensa massa d'acqua, enormi blocchi di ghiaccio per un'area di molti chilometri quadrati. Pernottamento in zona Kirkjubaerklaustur.

12° giorno: Jökullsárlón/Reykjavík (350 km)
Si prosegue lungo la costa sud per Dyrhòlaey e le sterminate spiagge di sabbia nera. Sosta alle cascate di Seljalandfoss e di Skogafoss. Arrivo in serata a Reykjavík e sistemazione in albergo. Cena libera. Pernottamento.

13° giorno: Reykjavík/Italia
Prima colazione in albergo. Trasferimento libero all’aeroporto di Keflavik (50 km) e partenza per l’Italia.

DA SAPERE
Itinerari. Indicati per persone abituate alle escursioni, con brevi camminate di varia durata: non necessitano di particolari capacità o attrezzature alpinistiche. Non sono tuttavia indicati per bambini al di sotto di 6 anni.

Sistemazione e pasti. A Reykjavík i pernottamenti sono in albergo in camere doppie con servizi privati (camere singole su richiesta). Le 10 notti durante il tour sono presso cottage, guesthouse, farm (no rifugi) con sistemazione in camere doppie: i partecipanti singoli potrebbero quindi dover condividere la camera con altri del gruppo. Le camere possono essere di piccole dimensioni, talora dotate di letto alla francese o essere su soppalchi. Tutte le sistemazioni dispongono di biancheria da letto. Durante il circuito, le prime colazioni saranno preparate ogni mattina, autonomamente, dai partecipanti che sono anche chiamati a collaborare all’organizzazione e preparazione delle cene (che verranno consumate nelle strutture di sosta) ed al successivo riordino degli utensili da cucina utilizzati. A Reykjavík la prima colazione sarà invece servita a cura dell’hotel.

Attrezzatura. Sono importanti indumenti per una buona protezione dal vento e dalla pioggia (giacca e copri pantalone antivento ed impermeabili, berretto, guanti, scarponcini da escursionismo), costume da bagno, asciugamani. Assoluto divieto di valigie rigide e che superino i 15 kg.
Quote individuali (min. 6 partecipanti)
partenza doppia suppl. singola(*)
01/07- 15/07 4.430 su richiesta
del 13/8 4.550 su richiesta

Riduzione (3° letto) bambino 6/12 anni: nessuna.
* Singola solo a Reykjavík, non possibile durante il tour
Tasse aeroportuali e surcharges: da comunicare alla prenotazione.
Partenze da altre città: quote su richiesta.
Supplemento facoltativo: collegamento Flybus aeroporto/ hotel per persona: € 60 andata-ritorno.

Le quote comprendono: • volo a/r da Milano per Keflavik in classe dedicata • 2 notti in hotel a Reykjavík in camere con servizi privati • circuito come indicato in superjeep e/o altri veicoli 4X4 • guida italiana durante il tour (dal 2° al 12° giorno) in grado di fornire nozioni storiche, geologiche e naturalistiche • 10 pernottamenti durante il tour in cottage, appartamenti, guesthouse o farm in camere doppie con servizi privati e/o in comune agli altri partecipanti • 12 prime colazioni di cui alcune fornite dalle strutture ove si pernotta e alcune da preparare autonomamente • 6 cene preparate con la collaborazione del gruppo nelle strutture in cui si pernotta • traghetto da Stikkysholmur • tasse locali.

Le quote non comprendono: • tasse aeroportuali • trasferimenti da/per l’aeroporto di Keflavik • cene a Reykjavík del 1° e 12° giorno • 4 cene durante il tour e tutti i pranzi • tutto quello non menzionato ne ‘le quote comprendono’.