In giro per l’Islanda con voli diretti

In giro per l’Islanda con voli diretti
DATE DI PARTENZA 2019
Luglio: 1, 8, 15, 22, 29
Agosto: 5, 12, 19, 26
Settembre: 2, 9, 16

Voli speciali Neos
Orari:
MXP-KEF 07:30 - 09:35
KEF-MXP 21:20 - 03:20
N.b.: i voli sopra menzionati includono 1 bagaglio in stiva di massimo 15 kg e 1 a mano di massimo 5 kg (Dimensioni: 55x40x20)

1° giorno: Italia/Keflavik/Blue Lagoon/Reykjavik (50 km)
Partenza individuale dall’Italia per l’aeroporto di Keflavik. Ritiro dell’auto e partenza verso Reykjavik, sulla strada sarà possibile fermarsi alla famosa Blue Lagoon per un bagno rigenerante nelle sue acque termali (l’ingresso è da prenotare dall’Italia). Pernottamento in zona Reykjavik.

2° giorno: Reykjavik/Costa Sud (210 km)
Partenza verso il famosissimo “Circolo d’Oro”. Iniziate con il Parco Nazionale di Thingvellir di estremo interesse naturalistico, geologico e storico. Qui, infatti, non solo è possibile ammirare il fenomeno della divisione delle placche tettoniche ma, nell’antichità, vi si riuniva anche l’Althingi, la più antica forma di raduno parlamentare al mondo. Proseguimento verso le sorgenti calde di Geysir dove l’attivo Strokkur saluterà con i suoi alti getti d’acqua e vapore. A pochi minuti di distanza si sosterà per ammirare la maestosa ‘cascata d’oro’, Gullfoss, spesso accompagnata da un allegro arcobaleno. Sulla strada del rientro, a sud, prendete la strada n. 31 e visitate il sito storico di Skalholt la residenza di vescovi per diversi secoli e ora una moderna chiesa. Lungo la le cascate Seljalandsfoss e Skogafoss nonché allo Skogar Museum con un’esposizione di case coloniche ed antichi strumenti per la pesca e l’agricoltura. Proseguimento per Vik dove potrete ammirare le spiagge nere e il promontorio di Dyrhólaey dove spesso nidificano le ‘pulcinella di mare’. Pernottamento nell’area tra Skogar/Vik.

3° giorno: Skagar-Vik/Jokulsarlón/ Höfn (240 km)
Attraverso l’ampia distesa di Mýrdalssandur e il campo lavico di Eldhraun raggiungete Kirkjubaejarklaustur e quindi, proseguendo attraverso le pianure desertiche di sabbia nera dello Skeidaràrsandur, raggiungete il Parco Nazionale di Skaftafell, un’oasi di verde alle pendici del ghiacciaio Vatnajökull, il ghiacciaio più grande d’Europa. Sostate presso la cinematografica laguna glaciale di Jökulsárlón dove grandi e piccoli iceberg vagano galleggiando sulle quiete e profonde acque della laguna. Qui potrete effettuare una gita in barca tra gli iceberg di 30-40 minuti. Pernottamento nell’area di Höfn.

4° giorno: Höfn/East Fjords/Egilsstadir (270 km)
Oggi si parte alla volta dei Fiordi dell’Est, questi sono montagne che sembrano sorgere dal mare, modellate dal vento, dalle onde, dalla neve e da tutte le intemperie islandesi. Incontrerete caratteristici villaggi di pescatori e alte montagne. Consigliamo una sosta alla collezione dei minerali di Petra a Stodvarfjordur. Pernottamento nell’area di Egilsstadir.

5° giorno: Egilsstadir/ Myvatn/Husavik (310 km)
Guidate attraverso gli altipiani desertici in direzione del lago Myvatn, zona dove l’attività vulcanica è onnipresente, con solfatare e pozze di fango in ebollizione. Sosta a Dettifoss, la cascata più potente d’Europa. Proseguimento per la Penisola di Tjörnes fino ad Asbyrgi, la ‘Gola degli dei’ dalla singolare forma a ferro di cavallo , fino a raggiungere Husavik. Pernottamento nella zona di Husavik/Myvatn.

6° giorno: Husavik/Skutustadir/Krafla/Husavik (110 km)
La giornata è dedicata alla scoperta dell’area del Lago Myvatn e della zona circostante: a Dimmuborgir si potrà ammirare stranissime formazioni vulcaniche che ricordano castelli in rovina. Sosta a Skútustaðir per una passeggiata tra gli pseudo-crateri, affascinanti formazioni naturali. A Námaskarð si potranno ammirare le pozze di fango bollenti e ammirare i colori accessi, per la quale l’aera è divenuta famosa. Continuate verso Krakla, (sulla strada n. 863), per ammirare il Viti Crater uno stupefacente lago bianco di acqua sulfurea. Sarà inoltre possibile raggiungere a piedi (passeggiata di circa 2 ore), l’aera di Leirhnjukur dove una serie di vulcani eruttarono tra 1975 e il 1984. Questa zona del Lago Myvatn offre molti luoghi d’interesse, tra i quali anche i bagni naturali simili alla Laguna Blu, che meritano sicuramente una visita. Rientro per il pernottamento nell’area di Husavik/Myvatn.

7° giorno : Mývatn/Akureyri (150 km)
Questa mattina prendete la strada in direzione Akureyri. Sulla strada sosta a Goðafoss per le sue famose cascate. Proseguimento sulla strada n. 1, verso Akureyri, la cosiddetta “Capitale del Nord”. Tempo a disposizione, per la visita di questa città con possibilità di effettuare un’escursione per l’osservazione delle balene. Pernottamento nell’area di Akureyri.

8° giorno: Akureyri/Glaumbaer/Hrutafjordur (290 km)
Iniziate la giornata attraverso il nord fino a Siglufjordur, cittadina di pescatori molto caratteristica situata tra alte montagne. Durante il tragitto per Skagofjordur, consigliamo una sosta a Glaubaer per la visita delle case-museo di torba e la chiesa di torba di Vidimyri. Le costruzioni di tufo di Skogafjordur sono le migliori preservate del paese. Proseguite via Blonduos, per il pernottamento nell’area di Hrutafjordur.

9° giorno: Hrutafjordur/Stykkisholmur/Snaefellsnes (270 km)
Guidate lungo Laxardalsheidi in direzione di Budardalur sulla baia di Breidafjordur. Seguite la strada n. 54 fino a raggiungere Stykkisholmur una affascinate città affacciata sulla baia di Breidafjordur. Viaggiando poi lungo la costa nord della penisola, incontrerete tipici villaggi di pescatori. La penisola di Snaefelssnes, che si protende verso il mare sotto la calotta innevata di Snaefellsjokull: il periplo di questa penisola, oltre alla spettacolarità dei paesaggi, è particolarmente interessante dal punta di vista geologico. Si prosegue verso la costa sud di Budir, porto commerciale dove oggi si può ammirare una chiesa di legno circondata da un campo di lava. Pernottamento nell’area di Snaefellsnes.

10° giorno: Snaefellsnes/Eldborg/Reykholt/Hraundfossar/Bornafoss/Reykjavik (320 km)
Oggi si parte da Snaefellsnes fino a Eldborg . Sosta alle colonne di basalto di Gerduberg e fate un’escursione fino alla pittoresca Eldborg. Guidate in direzione di Reykholt , dimora dello scrittore del XIII sec. Snorri Sturluson per una visita. A soli 20 km a est, trovate poi le cascate di Hraundfossar, dove l’acqua cade dalla lava in un fiume e vicino da visitare le cascate di Barnafoss. Per rientrare a Reykjavik ci sono due possibilità: la prima prendere il tunnel di Hvalfjordur che raggiunge una profondità di 165 metri sotto il livello del mare (galleria con pedaggio) mentre la seconda è proseguire lungo la strada di Hvalfjordur Fjord (tragitto più lungo di 45 km circa). Pernottamento a Reykjavik.

11° giorno: Reykjavik
Oggi giornata dedicata alla Capitale Reykjavik, per poter visitare i monumenti della Capitale : il centro storico, il Parlamento, la Cattedrale, il porto, il Museo Nazionale , la Perlan e Höfdi dove è avvenuto il summit nel 1986 che ha posto fine alla guerra fredda e la chiesa Hallgrímskirkja. Guidate fino all’aeroporto di Keflavik rilascio dell’auto, in tempo utile al volo di rientro per l’Italia.
Quote di partecipazione tour + volo
Tutte le partenze doppia singola
Con servizi al piano
01/07-19/09
1.390 2.005
Con servizi privati
01/07-19/09
1.790 2.839

Noleggio auto: quotazioni su richiesta vedi pagina (pag. 12 del catalogo)

Tasse aeroportuali: € 130

Riduzione bambino: 0/2 anni: gratis; bambino in 3° letto 2/11 anni con servizi privati: € 1.052, con servizi al piano: € 849
Riduzione adulto: su richiesta.

N.B.: E' possibile acquistare il solo tour, quotazioni su richiesta.

Le quote comprendono: • Volo speciale diretto a/r Neos da Milano a Keflavik con bagaglio incluso • sistemazione per 10 notti in guesthouse/fattorie/hotel turistici nelle camere della tipologia prescelta • trattamento di pernottamento e prima colazione • tasse locali.