Georgia e Armenia

Georgia e Armenia
1° giorno (lunedì): Italia/Kutaisi
Partenza individuale dall’Italia per Kutaisi. Arrivo e trasferimento organizzato in una Guesthouse locale. Pernottamento.

2° giorno (martedì): Kutaisi/Gori/Uplistsikhe/Tbilisi (245 km)
Prima colazione in albergo. Partenza per la città di Gori, cuore della Regione di Kartli, passando davanti al Museo di Stalin. Lungo la Via della Seta si visiterà la Città Scavata nella Roccia di Uplistsikhe (I millennio a.C). È un antico complesso di dimore, mercati, cantine per il vino, forni, la chiesa costruita sulla roccia ed anche il teatro. Al termine partenza e visita dell’antica capitale e centro religioso della Georgia, Mtskheta (dell’età di 3000 anni) con la sua Chiesa storica di Jvari (VI sec) e la Cattedrale di Svetitskhoveli dov’è sepolta la Tunica di Cristo (XI sec). Entrambi sono patrimonio dell’umanità per l’UNESCO. Arrivo a Tbilisi, sistemazione in hotel. Cena in ristorante e pernottamento.

3° giorno (mercoledì): Tbilisi
Prima colazione e pernottamento in albergo. Intera giornata a disposizione per visitare in assoluta libertà la capitale della Georgia.
Facoltativa (da prenotare e pagare in Italia): escursione di intera giornata alla scoperta della regione di Kakheti, la regione vinicola della Georgia, rinomata per il suo buon vino e la sua eccezionale ospitalità. Si visiterà la cittadina fortificata di Sighnaghi, circondata dalla cinta muraria con le sue 23 torri costruite dal Re Erekle II, ancora nel XVIII sec. per proteggere la zona dalle incursioni dei Lezghiniani. Nel corso di 200 anni la città riuscì a conservare l’aspetto originale ed oggi offre ai suoi visitatori uno spettacolare panorama sui monti del Caucaso. Dopo la degustazione di vino nella cantina di un contadino locale, si pranzerà ospiti di una famiglio del luogo. Al termine partenza per Tsinandali per visitare il bellissimo complesso dei duca Georgiani del XIX secolo e assaggiare un bicchiere di vino. Rientro a Tbilisi.

4° giorno (giovedì): Tbilisi
Prima colazione in albergo. In mattinata visita di Tbilisi con la Città Vecchia e la Città Nuova. La città vi offre una grande varietà di curiosità, la maggior parte delle quali sono antiche. Visita della Cattedrale di Sioni (VII sec). Proseguimento salendo sul colle dove si trova la Fortezza di Narikala (IV sec), una delle fortificazioni più vecchie della città per arrivare infine alle Terme Sulfuree con le sue cupole costruite di mattoni. Al termine si farà una passeggiata lungo il Corso Rustaveli, con la visita del Museo Nazionale. Cena in un ristorante tradizionale. Pernottamento in hotel.

5° giorno (venerdì): Tbilisi/Sadakhlo(frontiera)/ Akhtala/Haghpat/Dilijan
Prima colazione in albergo. Partenza per il confine armeno-georgiano di Bagratascen. Disbrigo delle formalità doganali, cambio del pullman e guida. Proseguimento per la regione di Lori, nel Nord dell’Armenia. Visita della chiesa fortificata di Akhtala, eccezionale per i suoi affreschi originali del Medioevo, che rappresentano delle scene sacre ed il monastero di Haghpat, grande complesso spirituale e culturale, unico per la sua scuola delle miniature. Dopo pranzo, attraversando la gola del fiume Debed, si arriva Dilijan (regione di Tavush), città verde ricca delle terme naturali e di montagne boscose, definita dagli stranieri “Piccola Svizzera Armena”. Sistemazione in hotel, cena e pernottamento.

6° giorno (sabato): Dilijan/Sevan/Garni/Geghard/Yerevan
Prima colazione in albergo. Partenza per l’altopiano armeno con il Sevan, lago di origine vulcanica (1.900 s.l.m., regione di Ghegharquniq) di acqua dolce. Visita del monastero di Sevanavanq, eretto sulla penisola del lago, fondato dalla principessa Mariam alla fine del IX secolo. Proseguimento per la regione di Kotaiq e il villaggio di Garni con la visita del suo tempio omonimo, dedicato a Mitra – Dio del sole, costruito su un suggestivo promontorio, circondato dalla gola di Gheghardadzor, spettacolare per il suo basalto della forma di canne d’organo, chiamato dagli Armeni, La sinfonia delle pietre, inserita nel Patrimonio dell’Unesco. Pranzo presso una famiglia locale con la mostra-preparazione del pane nazionale, il lavash, cotto e purificato nel tonir, forno scavato sottoterra con l’interno di terracotta. Proseguimento per il monastero di Gheghardavanq, letteralmente monastero della lancia, unico per le sue due chiese scavate interamente nella roccia. Arrivo in serata a Yerevan e sistemazione in hotel. Pernottamento.
Facoltative (da prenotare e pagare in loco):
• escursione in barca sul lago di Sevan (durata mezz’ora circa)
• possibilità di assistere all’esibizione del coro nel suggestivo monastero di Gheghardavanq.


7° giorno (domenica): Yerevan
Dopo la prima colazione in albergo visita panoramica della capitale che includerà la Piazza della Repubblica, l’unica via pedonale di Yerevan, la gigantesca statua di Madre Armenia, il monumento Cascade (una grande scalinata e centro dell’arte contemporanea), Palazzo Presidenziale, Parlamento, il teatro nazionale di balleto ed opera. Visita guidata del museo della storia d’Armenia con una ricca collezione di reperti preziosi, al Tsitsernakaberd, memoriale dedicato alle vittime del Genocidio Armeno perpetrato dai Giovani Turchi agli inizi del XX sec. Rientro in hotel e pernottamento. Facoltativa (da prenotare e pagare in loco): possibilità si visitare la distilleria di Ararat con la degustazione del pregiatissimo cognac/brandy armeno.

8° giorno (lunedì): Yerevan
Prima colazione e pernottamento in albergo. Intera giornata a disposizione per visitare la capitale dell’Armenia in assoluta libertà.
Facoltativa (da prenotare e pagare in Italia): partenza per la regione di Ararat, dominata dal monte leggendario sul quale scese l’Arca di Noè dopo il diluvio universale. Visita al monastero di Khor Virap, legato strettamente alla vita di San Gregorio l’Illuminatore, il quale, dopo l’adozione al Cristianesimo come religione di stato nel 301, diventò il primo Catolicos di tutti gli Armeni (catolicos – capo supremo della chiesa armena apostolica). Dal monastero si gode una splendida vista sul monte di Ararat e su tutta la pianura. Prima della visita del complesso ci sarà la possibilità di liberare le colombe (una tradizione antica che seguì anche Papa Francesco durante la sua visita in Armenia). Proseguimento verso la regione di Vayots Dzor. Attraversando la gola pittoresca di Amaghu si arriverà al monastero di Noravanq dove, tra le diverse sculture medievali, il famoso architetto Momik ebbe il coraggio di raffigurare Dio Padre in aspetto umano che fu inimitabile in tutta l’Armenia. Pranzo presso una famiglia locale con degustazione del vino locale. Rientro a Yerevan.

9° giorno (martedì): Yerevan/Zvartnots/Edjmiatsin/Aruch/Harichavanq/Gyumri
Prima colazione in albergo. Partenza per la santa città di Edjmiatsin dove fu costruita la prima chiesa cristiana e dove batte il cuore della chiesa armena nella residenza del suo catolicos. Si visiteranno il museo di Edjmiatsin (con una ricca esposizione tra cui merita di una particolare attenzione la lancia che trafisse il costato di Gesù durante la crocifissione), la chiesa della Santa Hripsime che brilla per la sua architettura del VII secolo ed i ruderi della cattedrale di Zvartnots, capolavoro dell’architettura armena religiosa e sito dell’Unesco. Proseguimento verso la regione di Aragatsotn, disteso sulle pendici del monte di Aragats (4.095 m), il più alto dell’Armenia. Dopo pranzo partenza per la la cattedrale di Aruch (inaugurata nel VII secolo dal principe Grigor Mamikonyan), la più grande tra le chiese a cupola esistenti in Armenia. Per concludere visita al monastero di Harichavanq, un’imponente costruzione del VII sec. Arrivo nella città di Gyumri e sistemazione in hotel. Cena e pernottamento.

10° giorno (mercoledì): Gyumri/Bavra(frontiera)/ Vardzia/Akhaltsikhe
Prima colazione in albergo. Partenza per il confine armeno-georgiano di Bavra. Disbrigo delle formalità doganali, cambio del pulman/guida. Proseguimento e visita della città rupestre di Vardzia. Fondata nel XII sec. come città religiosa fortificata, è uno dei migliori esempi dell’Età dell’oro georgiana. Arrivo, sistemazione in Akhaltsikhe in una guest house, cena e pernottamento.

11 ° giorno (giovedì): Akhaltsikhe/Kutaisi
Prima colazione in albergo. Partenza per la regione del Vello d’oro nella provincia di Imereti nella Georgia occidentale. Durante il tragitto sosta e visita della chiesa di Ubisa. Arrivo a Kutaisi e tempo libero. Cena e pernottamento in guesthouse.

12° giorno (venerdì): Kutaisi/Italia
Prima colazione in albergo. Prima colazione in albergo. In mattinata visita di Kutaisi, la seconda città della Georgia con il Monastero e l’Accademia di Gelati del XII secolo, importante sito UNESCO. A seguire visita della Cattedrale di Bagrati del X sev. Al termine trasferimento organizzato in aeroporto in tempo utile per il volo di rientro in Italia. Fine dei servizi
Quote individuali da Milano
partenze doppia suppl. singola
10/04 - 24/04
08/05 - 05/06
03/07 - 14/08
11/09
02/10
1.590
1.630
1.690
1.630
1.590
340
340
340
340
340

Riduzione 3° letto adulto e bambino 2/12 anni: su richiesta.
Tasse aeroportuali e surcharges: da comunicare alla prenotazione.
Partenze da altre città: quote su richiesta.
Supplementi facoltativi (da prenotare e pagare in Italia): • escursione nella regione di Kakheti il 3° giorno (pranzo incluso): € 140. • escursione nella regione di Ararat l’8° giorno (pranzo incluso): € 150.

Le quote comprendono: • volo di linea a/r da Milano in classe dedicata • trasferimenti da/per l’aeroporto • tour in auto privata/minibus/pullman GT in base al numero dei partecipanti come da programma con accompagnatore/guida o autista/guida in loco parlante italiano • ingressi ai monumenti menzionati in programma • 3 notti in Guesthouse e 8 notti in hotel 3*/4* o similari in camera doppia con servizi privati • trattamento come da programma (10 prime colazioni, 4 pranzi e 6 cene) • tasse locali

Le quote non comprendono: • tasse aeroportuali • pasti non indicati • bevande ai pasti • le mance alla guida ed autista • facchinaggio • tutto quanto non menzionato ne “le quote comprendono”